Editoria Precaria (ma non solo)

Tra disoccupazione e precariato selvaggio

Motori di ricerca lavoro

È evidente da questa immagine che c’è qualcosa che non va, probabilmente ho sbagliato qualcosa quando ho inserito i termini di ricerca.

Schermata 2014-02-24 alle 08.42.07

Di sicuro ho sbagliato a voler cercare lavoro per giornalisti e redattori nei motori di ricerca tradizionali. Quindi il problema sta a monte. Molto a monte… o no?

 

Advertisements

17 commenti su “Motori di ricerca lavoro

  1. Demian
    24 febbraio 2014

    Più o meno alla stessa stregua sono le e-mail di jobrapido. Ma va be’…

    • Bia
      24 febbraio 2014

      Esatto…! 🙂

      • Alessandro Madeddu
        24 febbraio 2014

        Per non parlare di Linkedin, che ogni tanto mi scrive che si è aperta una posizione adatta al mio profilo. Poi guardo e c’è scritto che cercano tipo l’amministratore delegato per Gazprom… 😀

      • Bia
        24 febbraio 2014

        ahahaha è vero!

  2. makeupraimbow
    24 febbraio 2014

    come ti capisco..anche io dopo 7 anni di redazione mi sono trovata a cercare lavoro..e i motori di ricerca…una traggedia…
    è vero che alla fine mi sono dovuta riciclare facendo altro completamente e ho avuto la fortuna di trovare qualcuno che mi ha insegnato… e ha creduto in me…ma se avessi dovuto contare sul resto…. il black out totale…

    • Bia
      24 febbraio 2014

      Ma davvero?? Tu allora sei una di quelle che ce l’ha fatta! A cambiare settore, a dare una svolta, a uscire dal tunnel editoriale… Oddio potrei metterti su un altare e votarmi a te… come hai fatto??? 🙂

      • makeupraimbow
        24 febbraio 2014

        ho mandato cv per rispondere ad un annuncio …dove in teoria cercavano un assistente… per uno studio di avvocati ed han tenuto buono che la mia carriera era nata dal centralino per poi diventare redattore etc etc… una volta dentro mi hanno insegnato il lavoro che svolgo ora… e tanti saluti… mi è andata bene e mi ci sono impegnata… ma devo dire…con tutto l’amore che provo per le mie radici editoriali che è un settore che finchè va bene…va bene… è quando va male che affossa tutti noi che ci abbiamo vissuto / che ci viviamo. Io sento nostalgia ogni giorno della mia redazione, delle chiusure editoriali , delle bozze da rivedere e delle foto di apertura da scegliere…ma la realtà è che se non mi avessero dato credito sarei ancora li ad aspettare il miracolo. Come ho fatto…non c’è una ricetta… mi sono buttata…riciclata… inizialmente non sapevo come muovermi…però adesso a distanza di 5 anni sono felice… e grata a chi ci ha creduto e mi ha dato la possibilità di imparare.

      • Bia
        24 febbraio 2014

        Wow, sei stata coraggiosa a cambiare e molto brava ad adattarti a un nuovo lavoro, complimentino davvero. 🙂
        (Io sono ancora ferma nella palude)

      • makeupraimbow
        24 febbraio 2014

        mah quale palude…alla fine dopo tanti anni mi è mancato davvero tanto il mio ambiente…chiamavo mio marito sclerando mentre tornavo… perché non volava una mosca in ufficio mentre in redazione era tutto una figata… Però d’altro canto dovevo sopravvivere quindi… mi sono adeguata e adesso questo ambiente corporate mi piace…Non sentirti nella palude…e non mollare… purtroppo quello li è un ambiente difficile e lo sappiamo.

      • Bia
        24 febbraio 2014

        🙂 grazie… (sei stata brava, molto)

  3. makeupraimbow
    24 febbraio 2014

    :-* GRAZIE a te!

  4. NonnaSo
    15 aprile 2014

    aahaha è lla stessa caduta di balle che capita a me quando arriva la mia newsletter: marketing e commerciale… l’altroieri c’era un annuncio che cercava “esperto programmatore di sistema con forte propensione ai social”. volevo morire. O fai il programmatore di sistema – e uno con le palle ne deve studiare di roba per farlo – O fai i social – e uno con le palle ne deve smanettare di roba – ma mica tutte e due che vuol dire?????
    il problema sta che chi mette gli annunci vuole il classico “faccio tutto io” (E torniamo alla scoma in c..per ramazzare anche mentre mi aggiro in ufficio). certo certo.

    • Bia
      15 aprile 2014

      eccerto, non ti hanno chiesto anche il farsi come lingua conosciuta, fluente e madrelingua?

      • NonnaSo
        15 aprile 2014

        Il farsi no ma lo svedese come a quella di I love shopping.. Ahaha sto pensando di mettermelo in curriculum

      • Bia
        15 aprile 2014

        oh mamma! 😀

  5. Roby
    3 settembre 2014

    Non ci si può lamentare di Monster… è uno dei pochi che ha offerte di lavoro di società serie
    Ne ho trovato uno molto carino e poco conosciuto: http://www.cacciaallavoro.com
    Grazie a questo ho trovato il mio ultimo lavoro 🙂

    • Bia
      3 settembre 2014

      Nessuno si è lamentato di Monster, la questione è ben diversa 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: