Editoria Precaria (ma non solo)

Tra disoccupazione e precariato selvaggio

Le “ferie” di un precario/disoccupato

76317277_c71449b5eb_oSe pensate che la sola condizione di “inoccupazione” renda le vacanze meno appetibili, vi sbagliate di grosso. In verità, infatti, chi è disoccupato o precario (al limite della disoccupazione, quindi con collaborazioni a chiamata o simili) si gode le vacanze ancora più dei cosiddetti lavoratori dipendenti.

Certo, a rendere gioiose le vacanze, come quelle appena trascorse, non sono solo i giorni di festa né, tantomeno, il riposo feriale. Potenzialmente i disoccupati sono sempre “a riposo”. Ma quello che cambia, quando la gran parte dei lavoratori è in ferie, è tutto ciò che li circonda. Soprattutto nel periodo di Natale (agosto è diverso, perché solitamente il disoccupato rimane l’unico allocco a casa, in attesa che il mondo intero torni da una qualsiasi vacanza fuori porta).

Il disoccupato, durante le vacanze natalizie, ha la possibilità, molto più che in agosto, di non sentirsi in colpa. Finalmente non si sente l’unico sfigato sulla faccia della terra o, forse è meglio, sulla faccia del suo pianerottolo, a non avere un emerito cavolo da fare. Anzi, tutti gioiscono dell’ozio e, quindi, anche lui, in sordina, sotto i baffi, gioisce dell’ozio altrui.

panorama-con-relax-a-milano-9847bc99-e1fc-4995-aa7a-79a58f2bcff2Non del proprio, che è sempre vissuto come una malattia, ma di quello altrui. Gioisce nel vedere le code al supermercato alle 10 di mattina, nel vedere famigliole (mamma e papà e figli, non nonni o baby sitter!) a zonzo, nel sapere che gli amici sono reperibili a qualsiasi ora del giorno e che, se li vede, non gli chiederanno «Hai trovato lavoro?», ma «Che cosa ti è arrivato per Natale?». Fantastiche sfumature interrogative.

Finalmente il mondo si allinea al suo status. E, quindi, gioia pura! Gli outsider diventano quelli che, nel periodo natalizio, lavorano. “Sfigati, ‘sto giro, sono loro!“, si illude il disoccupato/precario.

Certo, qualcosa di diverso c’è: tutti i lavoratori in ferie sono comunque pagati, per fare un emerito cavolo. PA-GA-TI. Sembra pazzesco. Meglio non pensarci. È un altro mondo, il solito, quello distante. In vacanza sembra non esistere. Magari Babbo Natale ci fa la grazia e ci riporta in quella galassia.

TrafficjamdelhiMa invece no. Torna l’epoca dei giorni tristi, esattamente quando i lavoratori cominciano a tornare ai loro sicuri, flaccidi e inamovibili posti di lavoro. Le tangenziali si riempiono ancora, i treni straripano. Tutti i lavoratori ricominciano a lamentarsi e il disoccupato rimane lì, inebetito, orfano di giorni di festa finiti troppo presto.

Torna l’occupazione anche per lui, quella mentale, quella dei mille progetti, dei mille curriculum, delle mille idee che per mille mila volte naufragano, si soffocano, non respirano e muoiono. Ogni giorno. E le feste sorridono beffarde da lontano. E lo specchio ci riporta la nostra immagine: identica spiccicata a quella di prima. Cacchio, alla faccia dell'”anno nuovo, vita nuova”. Ma vaff…

E se sei fortunato, ma fortunato vero, come me, ti chiamano per un lavoro proprio il giorno 2 gennaio. Da casa, da sola, perché quelli dell’ufficio sono ancora in vacanza. Perché si sa: un precario non ti dirà mai di no, è una certezza. Un precario è per sempreDisappointed__by_p_ink_eyes

Advertisements

5 commenti su “Le “ferie” di un precario/disoccupato

  1. lilaccci
    3 gennaio 2014

    Ciao Bia bella… nonostante io abbia condiviso le tue ferie, in qualità di precaria, spero che tu abbia passato delle buone feste! :*

    • Bia
      3 gennaio 2014

      Ottime cara,grazie mille,e le tue? Pronta a un 2014 strabiliante? 🙂 🙂 🙂

      • lilaccci
        3 gennaio 2014

        Le mie… ci ho appena scritto un post 😉

      • Bia
        3 gennaio 2014

        Allora appena posso sbircio 🙂

  2. Pingback: Le “ferie” di un precario/disoccupato | PhilosoBia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: