Editoria Precaria (ma non solo)

Tra disoccupazione e precariato selvaggio

Dopo tre mesi di disoccupazione

guardareAgosto è passato tra un po’ di ferie e un po’ di angosce, settembre è stato il mese della ripresa (per gli altri) e dei non propositi (per me), ottobre ha visto la salita esponenziale delle ansie, ma si è concluso bene, con il primo assegno di disoccupazione.

E provare soddisfazione per il sussidio di disoccupazione, per quanto vitale, non è edificante. Ma tant’è. Archiviate per un po’ le beghe legali con l’ex datore di lavoro (e chiamarlo così è come dare del principe azzurro a Gabriele Pollini), da due settimane circa posso dire di dormire senza goccine. E non è mica poco. È tutto.

Da due settimane, quindi, mi godo le mattinate (giornate?) in pigiama, il mio blog (che è diventato il mio compagno di disoccupazione preferito), il tempo libero, la mente (quasi) libera, i lunedì a pensare a quanto è brutto fare il pendolare (sempre stata, io) e… il futuro incerto.

No, non mando quasi mai curriculum. , cerco annunci quotidianamente.
No, non ci sono annunci relativi al mio settore. , ci sono quelli che ti concedono l’onore di lavorare gratis (ma ti danno visibilità eh).
No, non ho trovato una strada. , sto vagliando le mille vie che mi vengono in mente.
No, non mi sono seduta a guardare il muro bianco. Sì, ho deciso che per un po’ starò ferma.

3902685416_7797f2a7af_o

La differenza tra oggi e qualche mese fa è che mi sono rassegnata, non alla disoccupazione ma a una situazione che non posso cambiare. So che è una condizione temporanea, ma non so che ne sarà di me da qui a due settimane, due mesi, due anni, due decenni. Non proprio rassicurante. Ma niente angoscia.

Mi fermo e guardo il mondo dal mio piccolo oblò. Questo è un lusso che mi voglio concedere e che pretendo. Vaglio, scruto, scarto, analizzo e studio. Mi rilasso, anche se quello che vedo non mi piace, e innalzo un po’ la soglia di criticità nei confronti del mio posto nel mondo.

Non è questo e non è quello che mi vogliono fare credere.

Advertisements

6 commenti su “Dopo tre mesi di disoccupazione

  1. NonnaSo
    12 novembre 2013

    sei un mito. si sei un mito. no non lo dico perché anche io sono disoccupata. si, lo dico perché sei proprio un mito. no, non ti devi accontentare. si, ti devi prendere il tuo tempo.
    si.
    si capisce che mi spacca quella parte vero?
    si capisce che sono utte cose che, non dico quotidianamente, tocca ripetere ancche a me… vero???
    da fuck them all…. >(

    • Bia
      12 novembre 2013

      No no, io non sono un mito, anzi è proprio anche grazie a te che condivido questi pensieri e ho la forza di affrontarli ogni santo giorno!
      fuck them all ogni istante, e pure con orgoglio (e qui ci sta pure una parolaccia!) 😀

      • NonnaSo
        12 novembre 2013

        Ehehe la parolaccia aiuta e oggi ne sto spendendo molte… Disoccupata e pure piena di freddo, con l’odore di carogna addosso… Sono molto parolacciosa credimi! :((((((

  2. ottaluna
    13 novembre 2013

    Io sono in una situazione diversa, ma mi trovo come te a passare le giornate in attesa, a casa (non mia, tra l’altro). E mi sono accorta che quando il mondo non gira più si riesce a pensare con più calma.
    Mi sto convincendo che ci siano dei tasselli da sistemare per far funzionare tutto, ma bisogna saperli riconoscere e mettere al posto giusto. Per questo è necessario, ogni tanto, fermarsi a guardarli per bene un po’. Un po’ come un puzzle.

    In bocca al lupo.

    • Bia
      13 novembre 2013

      Già è proprio come dici, è necessario fermarsi (o rallentare parecchio) per comporre un puzzle degno di nota. Grazie, speriamo bene e in bocca al lupo anche a te 🙂

  3. Pingback: Dopo tre mesi di disoccupazione | PhilosoBia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: