Editoria Precaria (ma non solo)

Tra disoccupazione e precariato selvaggio

Sul mestiere dell’editor, alcune pagine molto chiare da Laura Salvai

Ecco… come iniziò la fine 🙂

cose da libri

t_cover

Desidero segnalare una piccola pubblicazione sul lavoro dell’editor che condensa nelle poche pagine di un ebook la definizione e alcune fondamentali nozioni pratiche relative al mestiere, utili per chi sentisse portato a intraprenderlo ma anche per chi volesse sapere di più su questa funzione a tutt’oggi perlopiù esoterica. Salvai dipinge anche un sintetico affresco delle redazioni come erano e come sono, dando conto della progressiva concentrazione di parecchie funzioni in un solo professionista, dopo lo sfrondamento deciso delle numerose figure un tempo occupate attorno alla produzione di un libro.

Il redattore factotum

Ai tempi di Calvino le case editrici erano luoghi affollati. C’erano i redattori, che preparavano il dattiloscritto per la stampa; gli addetti dell’ufficio tecnico, che seguivano il lavoro dei tipografi; i correttori di bozze, che andavano a caccia di errori; le dattilografe, che battevano a macchina le lettere indirizzate ad autori e traduttori. Tutte queste figure erano…

View original post 258 altre parole

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 luglio 2013 da in Al lavoro!.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: