Editoria Precaria (ma non solo)

Tra disoccupazione e precariato selvaggio

Provo nostalgia dell’Italia…

Queste sono le torri di San Gimignano, ma avrei potuto mettere un milione di altri immagini di altri posti, rigorosamente ITALIANI.

Queste sono le torri di San Gimignano (SI), ma avrei potuto mettere un milione di altre immagini di altri posti, rigorosamente ITALIANI.

… pur vivendoci ancora, in Italia. È una sensazione che ho avuto l’altro giorno, quando per caso in tv (sì, ero ancora malata) trasmettevano uno di quei servizi sulla produzione locale di territori italiani. C’erano uomini dallo sguardo pulito e brillante che parlavano, calmi, delle terre e dei loro frutti. Senza guardare mai la telecamera ma parlando a tu per tu con il giornalista. Senza essere troppo curati nell’aspetto, ma colti nella loro quotidianità. Non stavano facendo alcuna pubblicità.

C’erano poi le riprese di quelle terre. Poteva essere la Toscana, la Calabria, il Piemonte, il Molise o qualsiasi altra regione. Cibo, sole, natura, sorrisi. Calmi, autentici, il ritratto della salute e del contatto con le bellezze tutte italiane.

E dentro di me ho sentito come uno strappo, una stretta allo stomaco. Era nostalgia. Ma come? Io che ci vivo in questo meraviglioso Paese, come posso provare nostalgia?

Era come se guardando la tv mi sentissi automaticamente proiettata in un luogo lontano, dove magari non c’è posto per quel calore, per quell’aria di familiarità che ti trasmettono perfetti sconosciuti, per il dolce far niente dopo un duro lavoro tra i campi, per una tavola imbandita con vino fresco e prodotti genuini, per i sorrisi, per gli sguardi puliti.

Giuro che mi sono venute le lacrime agli occhi, dalla nostalgia. Perché credo che tutto quello che fa dell’Italia un Paese meraviglioso (l’altra faccia della medaglia della politica o delle istituzioni corrotte dalla mafia) stia svanendo (o è già svanito). Sento che non c’è più posto per quell’Italia, in Italia. Sento che non fa più parte della mia realtà.

È una sensazione che poi non mi ha più abbandonato e che ho deciso di riportare qui, perché è singolare. Non mi era mai capitato. Spesso ho speso parole “contro” l’Italia che mi va stretta, in cui non mi riconosco, di cui non mi sento parte. Raramente ho provato sentimenti così limpidi, un legame così stretto con quell’Italia fatta da… noi, dalla gente comune.

Forse dalla gente di un tempo? Non so. Dalla gente semplice? Forse. Dalla gente che non si veste in giacca e cravatta, non pensa all’economia, alla Borsa, alle beghe politiche, agli spread. O magari ci pensa, ma con il giusto distacco di chi ha ben altre priorità. Gente che, nonostante questo, ha una saggezza negli occhi che io (e non sono la sola) posso solo sognarmi di avere in un’altra vita.

Nostalgia per la bellezza dell’Italia, mi manca. E temo mi mancherà sempre. Non ho mai sentito di amare l’Italia come invece sento ora, che la sto perdendo. La stiamo perdendo. 

Perché i personaggi che ci rappresentano nel mondo non sono italiani veri. La burocrazia che ammazza ogni iniziativa non è tutta italiana. La “furbizia” degli evasori italiani, non è italiana. La faccia tosta, la delinquenza degli imprenditori che sfruttano i lavoratori non è italiana. L’italiano che frega l’italiano non è italiano. È come se l’immondizia dell’umanità qui si stia accumulando e stia prendendo su di sé il marchio “made in Italy”, cancellando tutto il resto che c’era.

Sia chiaro, non siamo un popolo di santi. Anzi. Ma delle due facce della medaglia sento che se ne stia affermando solo una. In ogni campo e in ogni settore.

E se è così (nostalgia per nostalgia) tanto vale emigrare subito. O no?

Advertisements

12 commenti su “Provo nostalgia dell’Italia…

  1. Jeremy Merrick
    3 maggio 2013

    E’ proprio su questi sentimenti che dovremmo fare leva per riscattarci e uscire dalla bassezza in cui ci stiamo rintanando.. bel pezzo..

    • bia
      3 maggio 2013

      Sì… dovremmo, ma senza fare i Don Chisciotte però…
      E grazie 🙂

      • Jeremy Merrick
        3 maggio 2013

        Gli idealismi possono anche essere sani se riescono a rimanere in contatto con la realtà.. 🙂 E per l’Italia speriamo in quello che diceva appunto Cervantes : “La sorte lascia sempre una porta aperta nelle disgrazie, per mettervi riparo”.
        E se lo dice uno con una vita come la sua, ci credo.. 😉

      • bia
        3 maggio 2013

        Sì, ci credo anche io, fermamente 🙂

  2. Veronica Adriani
    3 maggio 2013

    Mi è capitato di rientrare in Italia con un treno che partiva da Vienna e attraversava tutto lo stivale. Man mano che la neve austriaca si scioglieva e arrivavano le campagne toscane, sentivo la stessa stretta allo stomaco di cui parli tu, e pensavo a quanto deve sembrare bella l’Italia a uno che ci metta piede per la prima volta. E’ su quei paesaggi e su quel pensiero che la mia voglia di emigrare ogni volta subisce una bella battuta d’arresto (nonostante i curricula mandati a destra e manca in giro per l’Europa). Capisco quello che intendi quando parli di un paese che stiamo perdendo: condivido in pieno.

    • bia
      3 maggio 2013

      Idem… curriculum qua e là e reticenza (per mille motivi ma anche per questo bello stivale. Rimane il punto di domanda e questa brutta sensazione.
      Grazie del commento 🙂

  3. elisabettapendola
    6 maggio 2013

    ma io ti lovvo!!!! (sounds great) buon inizio di settimana!!! ❤

    • bia
      6 maggio 2013

      ahahah ma grazie, anche a te! 😉

  4. NonnaSo
    6 maggio 2013

    sono talmente daccordo che non riesco a trovare un commento più utile del mio dirti che sono daccordo… e sono anche abbacchiata per questo

    • bia
      6 maggio 2013

      abbacchiaterrima pure io… e sempre di più :S

  5. intervistedalmondo
    2 giugno 2013

    Io sento nostalgia di un’Italia che vorrei … Ma non esiste!!!

  6. Pingback: Provo nostalgia dell’Italia… | PhilosoBia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 maggio 2013 da in Disoccupazione e precariato con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: