Editoria Precaria (ma non solo)

Tra disoccupazione e precariato selvaggio

Ma voi riuscite a essere obiettivi con voi stessi?

Quando arriva lo SBATTIMENTO! :)

Quando arriva lo SBATTIMENTO! 🙂

No perché per me è un’impresa impossibile o quasi. Me lo ha rimarcato per l’ennesima volta mia madre, ieri, quando parlando dell’incertezza del mio futuro mi dice, caustica: «Ma smettila di sminuirti! Sei sempre stata così, ora basta!». E che cacchio, ci sono anche rimasta male perché stavo parlando seriamente e senza la mia vecchia maschera di pessimismo che ho smesso di portare tempo fa.

Forse la nebbia nei confronti del futuro mi ha un po’ (un po’?!?!) condizionato, ma in effetti sono sempre pronta a esaltare le qualità o capacità degli altri, vedendole magari come volani per un futuro roseo, e a svalutare le mie.

Forse la verità è che se gli altri ce la fanno, se prendono decisioni costruttive, se si muovono “in avanti” non è perché hanno qualcosa in più. Forse hanno solo scrollato di dosso la divisa da “sfigato” e si sono dati da fare.

E ma da qui nasce una nuova critica nei miei confronti: «Tu non ce la fai, non hai carattere». Oddio, me lo dico da sola e mi prendo a schiaffi da sola. Io non ho carattere? Io ho poca autostima? Mah. Certi traguardi raggiunti, certe scelte fatte dicono l’esatto contrario. E quindi? Certo ho fatto i miei sbagli, forse, ma li ho riconosciuti e corretti. Quindi fanculo, insomma.

Vabbè, ci devo sicuramente lavorare sopra ma nel frattempo sfanculo un po’, ecco. Non sarà fine ma se ora sono in una situazione di stallo devo tenere duro e avere fiducia nel fatto che ce la farò. Non è tempo ora, evidentemente, per capire come (quante variabili che ci sono!), e non lascio tutto nelle mani del fantomatico “destino”, ma ci arriverò.

Nel frattempo cercherò di essere obiettiva. Ci sono le paure e le ansie da un lato, le speranze e i progetti dall’altra. Non può essere immediata la soluzione, ma arriverà e non sarà mediocre.

Annunci

7 commenti su “Ma voi riuscite a essere obiettivi con voi stessi?

  1. lilaccci
    20 aprile 2013

    Io in genere riesco ad essere abbastanza obiettiva nei miei confronti. So cosa so fare e cosa proprio non è per me, anche se penso che poi mi butterei a fare qualsiasi cosa, per questione di ‘natura’ (e di resilienza 😉 ). Penso comunque che il momento in cui viviamo ci condizioni troppo: sai quanti sono i giorni in cui mi sveglio e penso di essermi sopravvalutata per anni, altrimenti adesso non mi troverei in questa condizione?…Troppi. Ma ricordiamo a noi stesse, ogni tanto, che chi ce la fa in questo mondo non sempre ha tutti i meriti… magari ha anche molta fortuna, gli aiuti giusti e una bella faccia tosta! 😉

    • bia
      20 aprile 2013

      Quello è poco ma sicuro… ce ne sono tanti che arrivano là dove io non posso nemmeno immaginare per mille motivi che prescindono dai merito, ma evito confronti altrimenti mi arrabbio 😉
      Per il resto, cerchiamo di non farci condizionare troppo dal momento e “resiliamo” sempre meglio!!

  2. Jeremy Merrick
    30 aprile 2013

    Qualcuno una volta mi disse che ero talmente impegnato a tirarmi merda addosso che agli altri restava solo spalmare. Per smettere di sminuirmi ho dovuto iniziare a volermi bene, realizzando che con me stesso ci devo passare tanto tempo quindi è il caso che inizi ad andarci d’accordo.

    • bia
      30 aprile 2013

      Bravissimo 🙂
      A me hanno anche consigliato di mandarmi a quel paese quando esagero con le mie paturnie. Così, con ironia. E in effetti funziona!

      • Jeremy Merrick
        30 aprile 2013

        Ci proverò anche io qualora fossi in crisi.. 🙂

  3. firepetal
    19 novembre 2013

    Ormai è quasi un anno che ho iniziato ad apprezzarmi un po’, prima era un costante sminuirmi, avere paura di essere rifiutata, farmi paranoie su ciò che pensavano di me e credere di non farcela. Dal giorno in cui sono riuscita a guardarmi allo specchio e dire ad alta voce “Mi piaccio!” sono cambiate tante cose! Ovvio che ogni tanto i momenti di crisi ci sono, ma al massimo durano un giorno e nel frattempo ho avuto tante sorprese positive, o forse sono riuscita soltanto a guardare in modo più positivo a quello che mi accade. Insomma con questa pappardella volevo solo dire: un gran “chissenefrega” ai pensieri altrui che ti smontano e continua a credere in te perché il bello arriverà! 🙂

    • Bia
      19 novembre 2013

      Eh già, è così. E se capita il giorno buio… mi mando a quel paese da sola e non ci penso, o almeno ci provo 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 19 aprile 2013 da in Disoccupazione e precariato con tag , , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: